Metodo Bonori

Scopri i nostri metodi

METODO BONORI

Miglioramento Prestazioni Sportive

Metodo Bonori, cos'è

Grazie a una speciale tecnica introdotta dallo stesso Dott. Bonori che migliora la mobilità articolare del bacino in modo significativo e anche grazie all’utilizzo delle onde d’urto le prestazioni sportive non possono che migliorare!

Il METODO BONORI migliora la mobilità articolare del bacino rispetto ad altre tecniche di terapia manuale in modo significativo.

Il METODO BONORI riesce ad ottenere questi miglioramenti perché va ad agire non solo sui muscoli rigidi e ipoestensibili ma anche su strutture ancor più rigide come la capsula articolare e i legamenti grazie all’utilizzo di cinture.

Utilizzo

L’utilizzo del METODO BONORI è indicato a tutti gli sportivi perché aumentando la mobilità del bacino migliora in modo significativo la fluidità, la scioltezza e la falcata nella corsa migliorando quindi la velocità e la resistenza, nel ciclismo riduce la resistenza passiva dei muscoli e delle strutture capsulari nella pedalata,e cosi anche nello sci dove la mobilità del bacino è fondamentale per una tecnica perfetta, quindi il gesto sportivo in tutti i casi è più efficiente, vale a dire che per un determinato tipo di lavoro si consuma meno energia! E questo permette quindi di allenarsi con carchi di lavoro più elevati! Un corpo perfetto dal punto di vista biomeccanico si muove con meno resistenza e per questo le prestazioni sportive non possono che migliorare !! Inoltre si riduce al minimo il rischio di patologie legate allo sport come tendiniti, pubalgie, impingement femoro-acetabolare, condropatie, artrosi, contratture e stiramenti muscolari.

Oltre a questo tipo di trattamento Bonori ha introdotto l’utilizzo delle onde d’urto radiali su tutti i muscoli degli arti inferiori come metodica per migliorare il trofismo la forza e la resistenza muscolare grazie a un esperienza di 10 anni del loro utilizzo ha messo appunto un protocollo unico. Le cellule (fibroblasti e miofibroblasti ) percepiscono e convertono i segnali meccanici in reazioni chimiche aumentando così la produzione della sostanza extracellulare (acido ialuronico, fibre collagene , enzimi e vari fattori di crescita quali TGF-B1, elastina, proteoglicani glicosamminoglicani) tutte queste sostanze permettono di ridurre la resilienza muscolare ( il massimo sarebbe poter esprimere attività muscolare senza frizioni ) e hanno un ruolo importante nel migliorare la diffusione di sostanze nutrienti e di cataboliti alle fibre muscolari. Tutto questo si traduce in un miglioramento delle prestazioni sportive sia per quanto riguarda la forza e quindi la velocità che la resistenza.

Giulia Riva
Vanta Tre Presenze Con La Nazionale Assoluta, Collezionate Tutte Nel 2015: I Mondiali Di Staffette, L’Europeo Per Nazioni Ed I Mondiali. In Carriera Ha Vinto 5 Titoli Italiani, Di Cui 2 Universitari E 3 Giovanili Nei 200 Metri Ha 23“30 Come Personal Best Nei 100 Metri Ha 11“58 Personal Best

Fissa subito un appuntamento

Chiama subito il centro più vicino o scrivici una email